Ciao a tutti! Mi chiamo Maria, sono italiana, della provincia di Napoli, e nel 2009 decisi di venire a Valencia per fare un’esperienza di studio e lavoro (volevo perfezionare il mio spagnolo e al tempo stesso conoscere un nuovo contesto).
Cosí ebbe inizio la mia avventura qui. Sono passati 8 anni da allora e posso dire che mi sono perdutamente innamorata di questa cittá.
Valencia non smette di sorprendermi ogni volta che percorro le sue strade e mi immergo nel centro storico o semplicemente entro in un Museo alla scoperta dell’ultima esposizione. L’IVAM (Istituto Valenciano d’ Arte Moderno) e il MUVIM (Museo Valenciano dell’illustrazione e della modernitá) sono tra i miei preferiti, ma potrei elencarne molti altri ancora, ce n’é davvero per tutti i gusti.
Appena riesco a ritagliarmi un pó di tempo libero mi piace prendere la bici e percorrere il Parco Turia (prima era un fiume, in alcuni tratti navigabile) con i suoi 7 kilometri di verde, piste ciclabili, campi sportivi. Per gli amanti del divertimento, da non perdere il GULLIVER, un’enorme scultura del famoso personaggio di J. swift, dove bambini di ogni etá (e perché no, anche adulti) possono provare l’ebrezza di lanciarsi da uno dei molteplici scivoli.
Giunta fin qui, solo pochi passi e mi trova di fronte alla CITTÁ DELL’ARTE E DELLA SCIENZA che unisce architettura, cultura e intrattenimento. Progettata da Santiago Calatrava e Felix Candela, fu inaugurata nel 1998 con l’ apertura dell’ Emisferico. Seguirono alcuni mesi dopo il Museo delle Scienze “Principe Felipe” e successivamente l’Oceanografico, il piú grande acquario in Europa. Per ultimo, il Palazzo delle Arti “Reina Sofia”, sede dell’Opera di Valencia, e l’Agora.
Anche se l’ho visitata giá varie volte, non perdo occasione di passeggiare tra questi enormi edifici dall’aspetto futurista sentendomi un pó come in un film di fantascienza. Tra tutti, il mio preferito é senza dubbio l’acquario. Quando visito l’Ocenoagrafico mi sento un pó come Nemo nel celebfre film Disney, é come fare un viaggio nei fondali marini accompagnati da delfini, beluga, tartarughe, squali, meduse. Un’esperienza divertente ed istruttiva per grandi e piccoli. Assolutamente da non perdere!!!
E quando la giornata sta per finire, mi concedo una “cerveza” (birretta) e qualche “tapa” in uno dei tanti bar del centro, vedendo la gente passare e pensando che Valencia é davvero una cittá incredibile da visitare, vivere, sentire.
Mié 15 nov 2017 15:23:40 CET

About the author
Leave Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit